Beppe Grillo a distanza di tre settimane “paga” la fish per il supporto ricevuto da Mosca nella conduzione della campagna elettorale per il referendum in Italia del quattro dicembre e probabilmente lancia il messaggio per ottenere nuovi vantaggi dal Cremlino in previsione delle prossime elezioni politiche in primavera.

Lo fa nello stile cinque stelle, dal suo blog con un articolo pieno di falsità al quale ovviamente non lascerà nessuno spazio al confronto ed al fact checking anche perchè andrebbe incontro ad un ennesima brutta figura. Pubblica falsità senza alcuna verifica per il suo popolo adorante che continua a seguirlo nel suo delirio e che mai sembra porsi il problema di verificare ciò che dice.

Noi di StopFake invece andiamo a smontare le falsità una per una nella speranza che qualche grillino si svegli e comprenda come questo falso Messia sia in realtà una persona a cui piace molto predicare bene e razzolare male, come nel suo ultimo sermone di Natale in tema di povertà dove ci spiega come noi dovremmo essere più felici anche se più poveri mentre lui continua ad essere sempre più ricco e circola in Ferrari.

Prima di inizare il debunking di questo “articolo marchetta” non possiamo non ricordare che il Movimento 5 Stelle sono quelli di Marta Grande che in Parlamento parla di campi di concentramento in Ucraina e di soldati cannibali.

“Il motivo del mancato accordo era il rifiuto dell’UE di garantire i consistenti aiuti economici che dovevano compensare i costosissimi investimenti infrastrutturali, indispensabili per ammodernare la vetusta quanto imponente industria pesante dell’Ucraina orientale e adeguarla alle norme europee. “

FALSO, gli accordi prevedevano una partnership commerciale tra Ucraina ed Europa con una armonizzazione delle certificazioni e delle procedure di import-export. L’Ucraina si impegnava inoltre nella lotta alla corruzione ed in cambio avrebbe ricevuto l’abolizione del visto per i suoi cittadini che sarebbero stati liberi di circolare in Europa.

“Il Movimento, che chiede le dimissioni del Presidente Viktor Janukovič e del suo governo, è composto da giovani, tra i quali molti studenti universitari, ma anche da neonazisti ed estremisti di destra nazionalisti e russofobi.”

FALSO nella piazza stazionavano stabilmente tra le 25.000 e 40.000 persone per tutti i tre mesi della protesta, i movimenti cosiddetti radicali rappresentavano veramente una minoranza ed i primi due mesi di protesta sono stati assolutamente pacifici. Non vi era alcuna russophobia ed addirittura una delle tende principali all’interno della piazza aveva la bandiera russa e raccoglieva tutte le persone venute dalla Russia a sostenere la protesta.

“Questi avvenimenti in Ucraina ricalcano, seppur con alcune sostanziali differenze, quanto accaduto negli anni Duemila in Georgia, nella ex Jugoslavia”

FALSO la Georgia subi una guerra di invasione da parte della Russia mentre il conflitto Jugoslavo era un conflitto etnico e religioso (la conoscenza della storia di Beppe Grillo è da quinta elementare)

“I giovani pacifici sono stati via via messi da parte da formazioni ultranazionaliste violente come Pravy Sektor (“Settore destro”), che hanno attaccato le forze di polizia, i Berkut (in tenuta antisommossa ma privi di armi da fuoco)”

FALSO I Berkut avevano armi da fuoco con le quali sparavano sulla folla, commentare questa frase ha veramente dell’Orwelliano. Chiunque su youtube può verificarlo, ci sono centinaia di video che solo Grillo non ha visto.

“non è stato finora possibile stabilire chi fossero i cecchini che dai tetti attorno a Maidan hanno ucciso i manifestanti “

FALSO anche su questo sembra di essere in pieno Orwell, ci sono decine di video che testimoniano come la polizia sparava sulla folla

https://www.youtube.com/watch?v=IWzI9V3WSnc 

A causa di quest’ultimo provvedimento, è stato facile per gli squadristi di estrema destra prendere d’assalto i palazzi del potere, il parlamento e il palazzo presidenziale, costringendo Janukovič alla fuga.”

FALSO Yanukovich scappa nella notte portando con se valori e sacchi pieni di soldi in Russia, la mattina successiva i manifestanti occupano si i palazzi del potere ma senza esautorare i politici ed il Parlamento che continua a lavorare e garantisce la transizione. In attesa delle elezioni Presidenziali che porteranno alla vittoria Presidente Petro Poroshenko l’interim viene assunto con un voto del Parlamento da Turchinov.

“un provvedimento liberticida, con cui il nuovo governo nazionalista vietava in tutto il Paese l’utilizzo della lingua russa e degli idiomi di tutte le minoranze etniche.”

FALSO non fu mai presentato un provvedimento simile

“Il colpo di Stato di Maidan, con l’ascesa al potere di formazioni di estrema destra che riabilitano i collaborazionisti dei nazisti, ha indotto i cittadini di etnia russa a invocare la protezione della Federazione Russa.”

FALSO non fu un colpo di Stato e i partiti radicali e nazionalisti o non sono entrati in Parlamento o hanno raggiunto percentuali intorno il 4%. L’attuale Premier Groysman è ebreo e parte della sua famiglia vive in Israele.

“L’Ucraina occidentale non ha mai fatto i conti con il proprio oscuro passato, ed è diventata la roccaforte dei partiti di estrema destra che hanno sparso il terrore in tutto il Paese dando la caccia a cittadini della minoranza russa e dei dissidenti in generale.”

FALSO Non è mai successo nulla di simile, è anche difficile replicare ad accuse totalmente inventate e fuori da ogni cognizione storico temporale

“Sono questi estremisti che il 2 maggio 2014, a Odessa, hanno perpetrato un vero e proprio pogrom, pianificato in anticipo. Quel giorno 1.500 squadristi provenienti da fuori città, tra neonazisti e ultrà di calcio, hanno invaso il centro, attaccando un presidio antifascista e costringendo la folla di partecipanti alla fuga”

FALSO le immagini hanno provato esattamente il contrario, quel giorno furono fatti affluire a Odessa diversi autobus provenienti dalla Trasnistria, erano armati ed avevano il compito di creare gravi disordini nella città ucraina. Aprirono il fuoco sui giovani che avevano organizzato una contromanifestazione. La folla inferocita per queste uccisioni si diresse verso il palazzo dei sindacati occupato da due mesi da gruppi pro russi. Ne scaturirono scontri e il palazzo prese fuoco. I manifestanti si mobilitarono per salvare le persone intrappolate all’interno. Una volta domato l’incendio la sorpresa fu nel fatto che i morti non erano stati uccisi dalle esalazioni ma da colpi di armi automatiche esplose da qualcuno che stava all’interno di quel palazzo. Persino uno dei più irriducibili difensori di Putin come Giulietto Chiesa sollevò dei dubbi su quelle morti.

Sostenitori pro russi sparavano sulla folla prima dell’assalto alla Casa dei Sindacati

“Sono molti gli esempi di distorsioni operate dalla stampa: quando nel 2014, per presunti motivi di sicurezza, le autorità di Kiev hanno vietato il Gay Pride che solo l’anno prima si era svolto regolarmente sotto il governo del “filorusso” Janukovyč “

FALSO il gay pride a Kiev ed in altre città ucraine si è svolto senza problemi a differenza che in Russia dove è vietato e dove i gay rischiano sino a tre anni di prigione per il loro orientamento sessuale.

“la colpa dell’abbattimento di un volo di linea malese, avvenuto nello spazio aereo ucraino, è stata attribuita senza alcuna prova alla Russia.”

FALSO Grillo dimentica che esiste una commissione di investigazione internazionale (JIT) che dopo due anni di indagini ha inequivocabilmente appurato che il missile che ha abbattuto il volo MH17 era russo ed era stato lanciato da una zona sotto il controllo delle truppe russe.

Beppe Grillo sta diventando un reale problema per la Democrazia in Italia, un comico che predica la povertà (degli altri) e che basa il suo potere politico tramite contratti fatti firmare a giovani di belle speranze lanciati nell’agone politico, basa il suo successo su FAKE e disinformazione sposando in pieno la teoria Orwelliana che “l’ignoranza è forza

Secondo Grillo le masse sono stupide e devono essere controllate con un fitto sistema di manipolazione dell’informazione. A tal fine ha ideato il progetto Movimento 5 Stelle non con un think tank politico ma con la Casaleggio Associati, cioè una società che si occupa di alchimie informatiche volte a manipolare la percezione della realtà di chi utilizzando internet decide di non approfondire gli argomenti. Recenti indagini hanno portato in evidenza la rete di siti web creati dalla Casaleggio a supporto del Movimento, siti che in molti casi pubblicano notizie false con lo scopo di aumentare il livore delle persone disinformate verso istituzioni, persone, migranti.

Voi votate Virginia Raggi a Sindaco a Roma e scoprite che lei non conta nulla, che è un burattino nelle mani di Beppe Grillo il quale ha in mano un contratto che prevede una clausola rescissoria di centinaia di migliaia di euro. Una specie di procuratore calcistico che lancia talenti nel firmamento politico e che li controlla tramite onerosi contratti. Come in tutti i contratti Beppe Grillo assicura ai suoi “associati” un supporto mediatico eccezionale che nessun partito in Italia è oggi in grado di sostenere.

Fa sorridere leggere nell’articolo in questione il richiamo ai valori antifascisti quando il Movimento 5 Stelle in Europa è alleato con tutti i movimenti populisti e di estrema destra ed a Roma aveva scelto il numero due tra le fila dell’ex Sindaco Alemanno.

In realtà a Grillo non interessa nulla né della politica italiana ne di quella estera, lui è un commerciante che va laddove c’è un maggior profitto. Non ha un’idea di futuro o una visione di geopolitica, a lui interessano i click sul suo blog che lo fanno diventare ogni giorno più ricco. Le cose che pubblica sono volte a creare scandalo, è lo stesso meccanismo dei siti FAKE che pubblicano notizie false. Anche noi nel nostro piccolo ci siamo cascati essendo qui a parlare di questo articolo. Il nostro articolo gli porterà altri click e quindi nuovi guadagni, ma era necessario segnalare questo pezzo allucinante. Con questo esempio il lettore può comprendere quale è il meccanismo che sta dietro i post di Beppe Grillo, attirare persone che clikkano, clikkano e riclikkano e chissenefrega se la notizia è un falso colossale, tanto nella sua visione gli Italiani sono degli stupidi senza cervello (ha più volte dichiarato il suo disprezzo) così come i suoi manager in Parlamento che vi raccontano che i soldati ucraini sono Cannibali.