Nella guerra digitale tra Salvini e Di Maio le vittime sono i “Like”

Nella guerra digitale tra Salvini e Di Maio le vittime sono i “Like”

A dicembre 2017 abbiamo descritto la rete disinformativa social cogestita da Lega e Movimento 5 Stelle, una potente arma di propaganda che aveva avuto il compito di preparare il terreno al futuro governo gialloverde.  Successivamente avevamo spiegato come questa rete digitale tenesse legati i due contraenti e che non si sarebbero potuti dividere a meno di una “guerra civile digitale” e comunque non prima di essersi nuovamente spartiti pagine e

Fake: l’Ucraina non paga le tasse alla CSI e non ha fretta di lasciare il mercato comune

Il sito della propaganda Ukraina.ru ha pubblicato la notizia secondo la quale l’Ucraina non ha versato i contributi alla CSI dal 2014 e non ha un rappresentante, ma allo stesso tempo, mantiene una serie di accordi. Inoltre, il ministero degli Esteri russo ha affermato che l’Ucraina doveva contributi al mercato comune degli Stati Indipendenti per 300 milioni di rubli. Di fatto, l’Ucraina de jure non è uno stato membro della

Fake: l’Ucraina ha aperto il suo spazio aereo agli aerei russi

I media russi hanno diffuso diversi articoli secondo i quali “contrariamente ai cieli chiusi”, l’Ucraina per la prima volta dal 2015 ha aperto ad un aereo dalla Russia. Tali informazioni sono state pubblicate da Sputnik, RT, Газета.ru, Vesti.ru, ДумаТВ, НТС e altri. videata Sputnik videata Комсомольская Правда   I media russi riportano questa notizia come se i controllori di volo ucraini, contrariamente al divieto esistente, avrebbero permesso l’accesso nello spazio aereo ucraino a un aereo

Russiagate, il pellegrinaggio della Lega a Mosca

Pubblichiamo il lavoro dei colleghi di Bellingcat sulla questione RussiaGate e Lega. I precedenti rapporti dei media L’Espresso e Buzzfeed News hanno rivelato che Gianluca Savoini, uno stretto collaboratore del vice primo ministro italiano Matteo Salvini, ha preso parte ai negoziati per la canalizzazione clandestina di finanziamenti russi al partito italiano Lega Nord. Le negoziazioni – i cui contenuti sono venuti alla luce grazie a una registrazione audio ottenuta da

Fake: dal futuro aerospaziale dell’Ucraina, rimane solo il passato sovietico

L’edizione russa di “View” sta ancora una volta cercando di dimostrare che l’Ucraina non è assolutamente in grado di vivere senza la Russia. Questa volta stiamo parlando delle tecnologie spaziali, il cui sviluppo in Ucraina, secondo il giornale, è impossibile, e tutto ciò che vi è ora è grazie  all’eredità sovietica. Di fatto, nell’industria spaziale, l’Ucraina collabora con 30 paesi, tra cui la Cina. Secondo l’agenzia spaziale statale ucraina, dal

Fake: Gli ucraini vogliono andare in Russia, vogliono andare in Crimea

Questa settimana i media russi hanno scritto che gli ucraini chiedono a gran voce il ripristino del traffico ferroviario verso la Crimea in modo che possano passare le vacanze sulla “penisola russa“. Gli ucraini sperano che il nuovo governo ucraino e il neoeletto presidente ripristinino il traffico ferroviario e aereo tra la penisola annessa e la terraferma ucraina, hanno scritto. Decine di funzionari russi hanno condiviso questa falsa storia sottolineando

La Russia e la guerra ibrida, cosa fare? Ultimo appello ?

Da più parti in questi giorni si stanno chiedendo se la china che sembra aver preso il nostro paese è definitiva o se si può ancora intervenire per modificare una rotta che si sta rivelando perlomeno preoccupante. Come ho già risposto ad amici forse è troppo tardi e comunque il tentativo di modificare gli eventi potrebbe essere intrapreso solo a patto che gli attori principali dell’opposizione siano pienamente consci della

Passaporti russi, quando la cittadinanza è un’arma delle guerre ibride

La campagna russa di concedere la cittadinanza ai popoli dei territori conquistati, ricorda vagamente la “Constitutio Antoniniana”, quando con il celebre editto del 212 DC l’Imperatore Caracalla concesse la cittadinanza romana a tutti gli abitanti dell’Impero. Molti storici sostengono che l’editto servì per “trovare” nuovi contribuenti per le tasse di Roma, ma anche come un calmante sociale contro la crisi economica del secondo secolo in quanto sanciva un’utopica uguaglianza tra

Fake: l’Ucraina vende missili moldavi all’ISIS

I media russi pro-Cremlino sono tornati nuovamente con una delle loro narrative preferite, accusando l’Ucraina di complicità con i terroristi. Questa volta una compagnia ucraina senza nome avrebbe presumibilmente acquistato missili dalla Moldavia e li avrebbe rivenduti all’ISIS, scrive il sito propagandista Fond Strategicheskoy Kultury. La presunta transazione sarebbe avvenuta all’aeroporto Marculesti in Moldavia, che fino al 2017 era una base aeronautica di proprietà e gestita dal Ministero della Difesa

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.