Indagine

Le sorprendenti sfumature dietro la strategia russa dei troll

Per i ricercatori nella disinformazione online e delle operazioni di informazione, è stata una settimana interessante. Mercoledì, Twitter ha pubblicato un archivio di tweet condivisi dagli account della Internet Research Agency (IRA), un’organizzazione con sede a San Pietroburgo, in Russia, con presunti legami con l’apparato di intelligence del governo russo. Questo archivio di dati offre una nuova finestra sulle recenti “operazioni di informazione” provenienti dalla Russia. Venerdì il Dipartimento di

Chernobyl tra complottismo e fake

La tragedia di Chernobyl avvenuta la notte del 26 aprile 1986 è stata (ed è tuttora) la base ideale per le teorie complottistiche. Segna anche un’importante svolta storica (l’inizio della glasnost) che porterà rapidamente al crollo dell’Unione Sovietica. Fu infatti forse una delle ultime volte che si assistette ad un così massiccio uso di disinformazione e controllo delle notizie da parte di Mosca. A seguito della tragedia l’allora presidente Gorbaciov

Gli intrecci tra Friedman, Prodi, Manafort ed il “gruppo Asburgico”

Alan Friedman è uno degli americani più conosciuti in Italia. Ex giornalista con voce baritonale ha fornito per decenni la prospettiva americana agli italiani. Spesso ospite nei talk show politici, ha frequentato i circoli d’élite, ha scritto la biografia autorizzata dell’ex primo ministro Silvio Berlusconi e contribuisce ancora con articoli sui giornali più prestigiosi del Paese. Nonostante tutta la sua fama e influenza in Italia, pochi avevano sentito parlare di

Ucraina: I russi colpevoli dell’abbattimento del volo MH17 nel 2014, il più grave atto terroristico degli ultimi anni

Ora c’è l’ufficialità di un team internazionale investigativo per ciò che si sapeva da tempo. Il peggior atto terroristico degli ultimi quindici anni è stato perpetrato dalla Federazione russa. Abbiamo in questi anni scritto numerosi articoli e pubblicato numerose inchieste. Una delle ultime, forse la più clamorosa, rivelava la vera identità di CARLOS, colui che era stato definito da Mosca la gola profonda che aveva “rivelato al mondo che la

Un professore messinese raccoglie fondi per l’associazione di un neofascista

Cosa ci fa un professore dell’ateneo messinese, spesso invitato da organizzazioni comuniste italiane, in compagnia con un latitante di estrema destra italiana ? Stiamo parlando di Daniele Macris, che dal suo CV pare trattarsi di un docente con alle spalle una grande esperienza di insegnamento e numerose pubblicazioni al suo attivo. Il professore ha sempre, durante le conferenze in cui è stato invitato, contrastato le idee nazi-fasciste e non ha

abbiamo trovato CARLOS uno dei maggiori fake della propaganda russa

Articolo tradotto dalla fonte Di Carl Schreck e Ana Poenariu, per RFE/RL Un misterioso personaggio di Twitter ha lanciato uno dei più duraturi FAKE di Mosca riguardante la tragedia della compagnia aerea MH17. Abbiamo trovato il famoso CARLOS che stava dietro il FAKE All’inizio di maggio 2014, mentre il conflitto in Ucraina dell’est con i separatisti sostenuti dalla Russia stava esplodendo in una guerra a tutto campo, il canale in lingua spagnola

La rete disinformativa del M5S

Quando si può parlare di rete disinformativa ? Iniziamo con una domanda non banale in quanto essendo internet uno spazio libero è normale che ogni singolo individuo possa esprimersi liberamente e creare pagine di aggregazione. Apparentemente la presenza di tantissime pagine legate al Movimento 5 Stelle non ha nulla di strano. Si parla invece di rete disinformativa quando le interconnessioni tra le pagine vanno oltre la normale casualità della condivisione

L’avvocato Della Valle sul caso Rocchelli “In 52 anni di professione non mi era mai capitato di vedere una cosa simile”

La vicenda di Vitaly Markiv ha trovato, e trova tuttora, spazio sulle pagine di Stopfake in quanto è un esempio da manuale di come la disinformazione e la distorsione degli eventi, possano condizionare i processi democratici di un paese. I fatti sono noti, Markiv viene arrestato nel giugno di quest’anno al suo rientro in Italia in visita alla mamma che vive e lavora nel nostro paese. L’accusa è di essere

Salvate il soldato Markiv

Più passano le ore e più la faccenda Rocchelli – Markiv si complica. Venerdì scorso tutti i sistemi di informazione italiani davano la notizia della cattura dell’assassino di Rocchelli (interessante capire su quali basi in quanto in Italia vige la presunzione di innocenza sino a processo concluso). Le prime reazioni tra la comunità ucraina in Italia sono state di sorpresa e sbigottimento, stesse reazioni in Ucraina dove Vitaliy Markiv è

La verità su Andrea Rocchelli

Abbiamo incontrato Evghen Yenin vice Procuratore Capo dell’Ucraina, lo abbiamo intervistato sulle notizie che stanno circolando sui quotidiani in questi giorni in Italia su una supposta ritrosia da parte della Procura ucraina a rispondere alle domande degli investigatori italiani, se non vera e propria malafede per “coprire” quello che in Italia è stato definito un “agguato” da parte dell’esercito ucraino che avrebbe intenzionalmente ucciso il nostro giornalista. Alcuni di questi

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.