Su Internet oggi è possibile scrivere qualsiasi cosa e lo può fare chiunque. Allo stesso tempo, Internet ci dà la possibilità di   verificare l’esattezza delle informazioni pubblicate sul web. In questo articolo abbiamo raccolto gli strumenti di base che vi aiuteranno a verificare se la persona scrive sta scrivendo cose vere   e, in alcuni casi, se quella persona sia quello che dice di essere.

Oggi, i social media sono diventati una fonte di informazione non solo per i giornalisti. Le informazioni sui social network si distribuiscono più velocemente che nelle pagine dei più veloci media online. La diffusione degli smartphone nelle mani di un grande numero di persone praticamente riduce a zero il tempo tra quando si è verificato l’evento e quando è stato riportato online. Da un lato, questa velocità è una cosa buona, soprattutto nei casi di forza maggiore, ma allo stesso tempo la facilità di pubblicare i contenuti rende Internet e i social media una discarica di false informazioni. Inoltre, le persone possono usare intenzionalmente  i social media per la pubblicazione dei fake.

Tuttavia, ci sono molti strumenti online che vi possono aiutare a controllare l’esattezza delle informazioni. In alcuni casi, non è necessario analizzare le informazioni specifiche se quelli o altri dati sono falsi. A volte, per tale analisi può essere studiato il profilo (o più profili) dell’utente e verificare, ad esempio, se poteva raccontare sull’evento, o era altrove.

Tale analisi è sempre più facile e accessibile ogni anno che passa. La vita privata di ogni utente Internet è oggi per la maggior parte pubblica grazie alle reti sociali, banche dati pubbliche e fonti aperte.

Internet è infatti un enorme database riempito di informazioni sulle identità. Oggi è difficile trovare qualcuno che non commenta i post dei blog, non pubblica recensioni su un internet forum, o non ha un account su Facebook o Twitter. Internet offre una varietà di opportunità per creare un profilo utente “digitale”, e il profilo di ogni singolo fornisce i dati aggiuntivi che possono essere utilizzati per cercare la persona giusta. Per mentire bene nella rete e dare alla menzogna la patente di verità, dobbiamo, come minimo, non essere un utente di Internet particolarmente attivo (che è sempre più difficile ogni anno), o lavorare intensamente per creare un’identità falsa online. La gente comune spesso non si occupa di questo. Anzi spesso non si preoccupano di impostare la privacy per i loro profili nei social network in modo da nascondere le informazioni su se stessi. Ciò significa che la ricerca corretta di persone con adeguati strumenti di ricerca online e l’analisi dei dati semplificano la verifica di ciò che scrivono.

Ricerca in social internet

Ci sono molti siti web che consentono una ricerca “standard” nei social network come MySpace o Facebook. Il servizio Pipl è una risorsa in grado di “scavare” in Internet in maniera molto profonda. Il servizio è in grado di analizzare i servizi sociali meno popolari e trovare i loro utenti.

pipl

Il risultato di tale ricerca con Pipl saranno i link dei profili sui social network e altri siti, anche nei cataloghi degli articoli e blog, video sharing e una serie di altri. Pipl è in grado di rilevare gli indirizzi di posta elettronica associati ai profili trovati e contenuti all’interno delle varie pagine web.

Come risultato della ricerca Pipl possono essere trovate le foto degli utenti su diversi siti di condivisione foto, commenti nei blog o le discussioni in gruppi aperti. Con questa ricerca può essere trovato, per esempio, se una persona viveva in una città particolare al momento di cui egli scrive o se stava lavorando in una società particolare. Però il servizio Pipl ha uno svantaggio – in alcuni casi trova pubblicazioni abbastanza vecchie da siti che non esistono più o hanno cambiato la loro predestinazione o il proprietario. In questo caso è possibile rivolgersi all’archivio internet e utilizzare questo motore di ricerca per trovare come era il sito al momento che menziona Pipl.

Un altro potente strumento di ricerca è la risorsa Blog Search, che permette di trovare le pubblicazioni della persona desiderata così come la menzione del suo nome nei blog e negli articoli sui siti. In teoria, questo servizio dovrebbe cercare nei blog, ma per le richieste in cirillico i risultati possono essere un po’ caotici. Allo stesso tempo, per costruire un ritratto umano online ed avere un’idea su di lui, il servizio può essere molto utile.

Ricerca sui social network

Oggi è difficile immaginare la vita senza i social network. Anche le persone più passive si sono spesso registrate in alcuni social. Anzi, i social network sono diventati una parte molto importante della nostra vita: per un utente a volte è difficile resistere di non “coinvolgersi” nelle discussioni su Facebook o su Twitter, di non scrivere sui forum, di non raccontare agli amici del suo ultimo viaggio. Perciò, un accurato studio delle reti sociali, la ricerca e visione del profilo della persona desiderata sono azioni obbligatorie quando si controlla la veridicità delle sue parole.

Per cominciare parliamo di come cercare gli utenti nelle reti sociali. La ricerca comune del nome utilizzando un motore di ricerca non sempre può dare risultati.

L’estensione per il browser Google Chrome chiamato Prophet funziona un po’ diversamente rispetto ai servizi di ricerca tradizionali. Viene installato sulla barra degli strumenti di Chrome e si attiva solo quando voi guardare i profili sui social network, tra cui Twitter, Facebook, Google+ o LinkedIn. In alto a destra della pagina di social network apparirà la freccia, premendo la quale uscirà il breve profilo dell’utente della pagina di cui state guardando. Contiene le informazioni di contatto del proprietario dell’account, che non è sempre visibile “ad occhio nudo”, così come i link ai social network e siti web.

prophet

Il servizio Spokeo è un potente strumento che cerca attraverso una lista enorme delle reti sociali e siti Web – in tutto Spokeo cerca su oltre 60 social network. Esso fornisce informazioni per le quali non sono così facili da trovare, per esempio, i profili nascosti Facebook, i post o i commenti su YouTube, i blog o i commenti su Blogger, gli account su Flickr, Twitter, Webshots e tanto altro. L’unico e il principale svantaggio di Spokeo è che per il suo pieno uso bisogna pagare. Il costo di utilizzo del servizio parte da $ 5 per sei mesi..

Oggi esistono molti altri servizi di ricerca delle persone. L’elenco di questo tipo di strumenti si può trovare sul sito TopTenReviews.

Per cercare nel contenuto del profilo Facebook, è possibile utilizzare gli strumenti di ricerca sulla social network, di cui abbiamo scritto in precedenza. Ad esempio, è possibile controllare in questo modo, se l’utente fosse nel luogo, che lui menziona nella sua dichiarazione.

Non bisogna trascurare la ricerca per il servizio di microblogging Twitter, tanto più nelle impostazioni avanzate della ricerca per Twitter è possibile impostare vincoli geografici e temporali per i risultati di ricerca. Ciò significa che la ricerca avanzata per Twitter permette di specificare la ricerca dei twit pubblicati accanto a un determinato luogo. Inoltre, nella ricerca avanzata è possibile cercare per i post, pubblicati in un certo intervallo di date, per esempio, nei giorni precedenti l’evento, sul quale scrive l’utente o nei giorni dopo l’evento. Grazie a queste possibilità è possibile verificare in parte se una persona dice la verità – se scriveva i post circa un evento particolare al momento in cui si è verificato.

twitter-search

La ricerca professionalmente orientata

Se sapete dove lavora la persona che vi interessa, ma non avete le sue informazioni di contatto, la ricerca per una società o all’interno del settore sarà il modo migliore per uscire dalla situazione. Ci sono diversi strumenti che ci possono aiutare.

Il primo è LinkedIn, il social network aziendale che consente di effettuare ricerche in base al nome, settore o campo di affari, nome della società, in base alla regione e molti altri parametri. Però, per questo è necessario avere un profilo su LinkedIn.

Jobster è un grande database di offerte di lavoro, dove potete trovare le persone non solo in base al nome, ma anche in un particolare settore o una società particolare.

Questo tipo di ricerca vi aiuterà a scoprire quanto si può fidare di uno specialista, e se queste persone sono esperti nel loro campo.

Online ID falsi

I social network, la loro popolarità e la facilità d’uso hanno creato un fenomeno nuovo nell’Internet moderna – gli account falsi. Tali account vengono creati sia con lo scopo commerciale abbastanza chiaro: per avere più “mi piace” o per aumentare il rating di pubblicazioni; sia per la diffusione di informazioni false. Ci sono alcune caratteristiche comuni per determinare gli account falsi. Tali account spesso o non hanno la foto, o hanno come foto immagini neutre o immagini di celebrità, il proprietario dell’account fa pochi propri post, e si occupa solo di condivisioni, l’account contiene poche informazioni sulla persona – lo studio, il lavoro, il luogo di residenza. Se le informazioni vengono diffuse dai proprietari di tali account, è chiaro che questi sono probabilmente dei fake e non bisogna crederci.

Autore: Nadezda Balovsyak per Stopfake.org.