lunedì, Gennaio 25, 2021
Website screenshot politnavigator.net

Fake: All’ONU hanno dichiarato che non vogliono investire nelle “fauci del governo ucraino”

Il sito «PolitNavigator» ha distorto le parole del rappresentante dell’Amministrazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati Pablo Mateu, diffondendo un’informazione non veritiera. Invece della versione di «PolitNavigator» secondo cui  l’ONU non desidera investire soldi «nelle fauci del governo ucraino», Pablo Маteu in realtà ha dichiarato circa la necessità dell’utilizzo del denaro per le soluzioni a lungo termine. «PolitNavigator» ha inoltre dichiarato, che Mateu presumibilmente ha definito l’esercito ucraino in Donbass “invasori”, che anche non corrisponde alla realtà.

 

videata  politnavigator.net

 

videata  tvzvezda.ru

 

Nel suo articolo  «Pоlitnavigator» ha presentato una citazione completamente distorta del rappresentante dell’Amministrazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati Pablo Mateu. Nel testo della notizia sono state usate le seguenti parole: “Non dovremmo sprecare denaro nelle “bocche spalancate” del governo ucraino”. Anche nella citazione sul sito Pablo Mateu presumibilmente afferma che “abbiamo collaborato con la banca tedesca e con le altre organizzazioni che hanno anche dichiarato che nel bilancio dell’Ucraina per il 2018 è previsto un importo scarso del denaro”.

Il sito ha aggiunto un’altra citazione distorta di Mateu: «Ci sono tali famiglie, le cui case sono occupate dall’esercito ucraino, dovrebbero ricevere un risarcimento per questo».

Questo fake è stato pubblicato da  ТРК «Звезда», Eadaily.comAmdn.newsАнтифашистplanet-today.ruПолитическое обозрение,Allpravda.infojpgazeta.ru ed altri.

videata  @Ukraine Crisis Media Center

 

 

Il rappresentante dell’Amministrazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati Pаblo Маteu ha partecipato nella discussione, organizzata da Atlantic Council, al tema «La chiave per l’agenda pacifica è nelle mani degli sfollati interni dell’Ucraina.

Nell’ambito della discussione Pablo Mateu ha pronunciato il seguente discorso:

«La seconda domanda sono le soluzioni a lungo termine. Penso che sia giunto il momento di dare a questo problema l’attenzione necessaria e dobbiamo anche iniziare a investire i nostri soldi laddove è necessario, quando si tratta di soluzioni a lungo termine. Tutti noi – donatori, organizzazioni internazionali, ONG e il governo ucraino in particolare» (аl video da 06:34). Il rappresentante dell’Amministrazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati non utilizza da nessuna parte la frase delle «fauci del governo ucraino».

Per quanto riguarda la banca tedesca, che avrebbe dichiarato una scarsa quantità di denaro nel bilancio dell’Ucraina – allora si tratta della cooperazione della banca tedesca KfW, UNHCR (dell’Amministrazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) e Ministero per le questioni dei territori temporaneamente occupati e degli sfollati interni dell’Ucraina sul progetto degli alloggi sociali e accessibili per gli sfollati interni. Nel discorso, lo stesso Pablo Mateu stima che il denaro destinato all’edilizia popolare nel bilancio dello stato per il 2018 è “molto scarso”, (al video da 06:34).

Per quanto riguarda l’esercito ucraino, che Mateu avrebbe definito “invasori”, infatti, il rappresentante dell’Amministrazione dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, Pablo Mateu ha affermato che le case sono occupate (occupied n.ed.) e non invase. Questa citazione: “Abbiamo famiglie in Ucraina orientale, le cui case sono occupate dall’esercito ucraino, per la ragione ben nota — al video da 08:07.