Notizie Fake

La strana sentenza del processo Markiv

E’ stata recentemente depositata la sentenza del processo tenutosi nei confronti di Vitaly Markiv e contenente le motivazioni che hanno portato la Corte a giudicare il soldato ucraino colpevole di omicidio e conseguentemente a condannarlo a ventiquattro anni di reclusione. Noi di Stopfake abbiamo avuto la possibilità di visionare per alcune ore tale sentenza e con grande sorpresa ci siamo resi conto di trovarci di fronte ad un documento poco

Fake: la Crimea sta scomparendo dall’agenda internazionale

RT.com e molti altri media russi hanno attirato l’attenzione sulla dichiarazione del rappresentante speciale dell’OSCE Martin Saydik, il quale ha affermato che per una comprensione più obiettiva della questione della Crimea, si dovrebbe tener conto del fatto che “La Crimea fa parte della Russia da molti anni”. Partendo da questo i propagandisti concludono che la questione della Crimea “sta lasciando la discussione” e persino che “la questione dell’adesione della Crimea

Fake: Gli Stati Uniti destabilizzano la situazione nella regione del Mar Nero

RT.com ripropone ancora una volta l’immagine degli Stati Uniti come il nemico numero uno, nemico starebbe destabilizzando la situazione nel mondo, e nello specifico nella regione del Mar Nero. Contestaulmente si sostiene che la Russia, ovviamente, è interessata a garantire il benessere della regione. Un rapporto del centro di ricerca RAND afferma in realtà che la Russia sta effettivamente destabilizzando la regione, avendo utilizzato la forza militare contro altri paesi

Si vis pacem, para bellum

«se vuoi la pace, prepara la guerra» una locuzione antica usata anche da Platone che ben potrebbe descrivere l’attuale situazione in Ucraina. Nelle ultime settimane la situazione si è complicata parecchio e il neo presidente ucraino si trova in una difficile situazione dalla quale al momento non sembrano esserci soluzioni facili. Zelensky è stato eletto con un ampio mandato popolare per la sua promessa di far terminare in fretta la

Chi ha ragione tra Zelensky e Steinmeier?

Dopo la firma del cosiddetto piano Steinmeier è iniziato un balletto di dichiarazioni, smentite, prese di posizione che più differenti non si potevano immaginare. La miglior cosa in questi casi è attenersi ai fatti e non alle supposizioni. Per adesso abbiamo due fatti certi, il primo è il documento firmato, il secondo è l’intervento successivo del presidente Zelensky. Proviamo a metterli a confronto. Il documento Steinmeier riporta “Al rappresentante speciale

E se qualcuno volesse far saltare il tavolo?

Gli avvenimenti di questi giorni in Ucraina sono di non facile lettura e certamente stanno segnando una ulteriore cesura nella società ucraina. La polarizzazione creata durante le elezioni presidenziali negli ultimi giorni è ancor più evidente e marcata. Sembra di assistere al dialogo tra elettori cinque stelle e partito democratico di alcune settimane in Italia fa quando la risposta tipo alle critiche al Movimento cinque stelle era “e allora il

Fake: le relazioni tra Russia e Occidente sono peggiorate a causa dell’Ucraina, dove, dopo il colpo di stato del 2014, è iniziata la guerra civile

La propaganda RT.com esposto nuovamente l’insieme tradizionale delle false narrazioni sull’Ucraina. Il messaggio principale nell’articolo è che le relazioni tra Russia e Occidente sono peggiorate a causa dell’Ucraina, dove ha avuto luogo un “colpo di stato” ed è iniziata una “guerra civile”. Le colpe della Russia, che ha annesso la Crimea e continua a partecipare alla guerra nel Donbass, non sono prese minimamente in considerazione per il deterioramento delle relazioni.

Fake: l’Ucraina sta mentendo sull’omicidio del cantante lirico Slipak nel Donbass

Il ministero degli Affari esteri russo ha reagito nervosamente a una dichiarazione del presidente dell’Ucraina Vladimir Zelensky durante la 74a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. La leadership ucraina è stata nuovamente accusata di russofobia, di indulgere sui “nazionalisti” e di dire “bugie” sull’omicidio del famoso cantante lirico ucraino Vasil Slipak, morto a causa di un proiettile sparato da un cecchino russo durante un’operazione speciale nella regione di Luhansk. L’oratore

Gabyshev, lo sciamano siberiano che ha spaventato Putin più di Navalny

Il caso di Aleksandr Gabyshev, lo sciamano siberiano arrestato e inviato in un carcere psichiatrico, è un’occasione per tutti coloro che non accettano supinamente la propaganda e che vogliono comprendere i fatti del mondo senza l’intermediazione del “grande fratello”. La storia di Aleksandr Gabyshev è balzata agli onori della cronaca solo negli ultimi giorni per via del suo oltraggioso arresto. Lo sciamano Siberiano aveva iniziato alcuni mesi fa il suo

Distorsione: la Polonia si appropria delle città ucraine di Leopoli, Lutsk, Rivne

I media russi e ucraini hanno recentemente pubblicato articoli relativamente ai treni polacchi su cui sono visibili le città ucraine di Leopoli, Lutsk e Rivne dipinte sui vagoni come facenti parte dello stato polacco. Hanno anche sottolineato che questo scandalo territoriale è coinciso con la visita del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in Polonia. Il treno in questione è stato infatti attivato nel 2018 e la mappa dipinta sul treno che

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.