Notizie Fake

Fake: più del 70% degli ucraini disponibile ad un compromesso con la Russia per la pace in Donbas

Il 6 dicembre, sul primo canale di Stato, all’interno di un talk show politico sono stati presentati risultati falsi di un vero sondaggio sociologico condotto in Ucraina. Il conduttore dello show Artem Sheinin ha dichiarato che il 72,5% degli ucraini avrebbe dichiarato che il Paese deve accettare compromessi per raggiungere la pace. Nel frattempo i risultati reali del sondaggio, condotto lo scorso novembre dal centro di ricerca sulle iniziative democratiche

Il meeting di Parigi visto attraverso la lente della propaganda russa

Zero risultati per Ucraina, il Donbas come Srebrenica e Putin è il vincitore. E’ un sunto conciso delle risposte dei media russi all’incontro Ucraina-Russia, mediato da Francia e Germania, che ha avuto luogo a Parigi il 9 dicembre. Generalmente i media russi hanno interpretato l’incontro di Parigi come un qualcosa di positivo per la Russia, neutrale o negativo per il Donbas e una sconfitta per l’Ucraina. Continuando sulla narrativa che

Fake: l’ONU riconosce che la Crimea è Russia

La Russia si è presentata con un membro dell’autorità occupante della Crimea alla dodicesima sessione del Forum delle Nazioni Unite sulle questioni relative alle minoranze tenutosi a Ginevra lo scorso novembre e ha usato la sua presenza per affermare che le Nazioni Unite hanno riconosciuto che la Crimea è Russia. L’affermazione è palesemente falsa, in quanto non è stato riconosciuto nulla ed è altamente improbabile che lo sarà mai, visto

Fake: l’Ucraina abbandona l’accordo di Misk e si prepara alla riconquista del Donbas

L’Ucraina ammette di non avere intenzione di rispettare gli accordi di Minsk e si oppone apertamente alla pace con le repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk. I media russi hanno definito l’accordo ucraino con il Canada e altri partner occidentali l’introduzione di una “occupazione” da parte delle “truppe di pace” del Donbas. Questo piano assetato di sangue consentirà all’Ucraina di iniziare un’operazione militare su vasta scala per eliminare i ribelli

Fake: La Russia invia solo aiuti umanitari in Donbas

All’inizio di questo mese la Corte internazionale di giustizia delle Nazioni Unite ha dichiarato di avere la giurisdizione per considerare la causa dell’Ucraina contro la Russia, nella quale l’Ucraina accusa la Russia di violare le convenzioni delle Nazioni Unite. Questa decisione ha causato una tempesta di indignazione tra i funzionari russi e i media pro-Cremlino, i quali hanno dichiarato che l’Ucraina è uno strumento nella lotta dei paesi occidentali contro

Giulietto Chiesa condannato per diffamazione aggravata

Nella giornata del 13 novembre 2019 si è svolta presso il Tribunale di Roma la prima, e visto gli eventi l’unica, udienza del processo che vedeva imputato Giulietto Chiesa per le accuse diffamatorie nei miei confronti profferite durante l’intervista al canale russo NewsFront nell’aprile 2017, intervista visibile sul web titolata “chi muove Mauro Voerzio”. Non sto qui a ricordare la sequela delle affermazioni diffamatorie nei miei confronti, perché la cosa

Fake: il presidente della Repubblica Ceca riconosce la Crimea come parte della Russia

Numerosi media russi e ucraini hanno riferito che il presidente ceco Milos Zeman avrebbe riconosciuto pubblicamente la Crimea come parte della Russia e avrebbe invitato rappresentanti dell’organizzazione pro-Cremlino di Crimea a un evento ufficiale a Praga. Il presidente Zeman non ha rilasciato dichiarazioni simili, sebbene alla riunione fosse presente un’organizzazione che appoggia l’occupazione della Crimea. L’invito di tali attivisti è stato criticato da diverse autorità ceche. Il portavoce ceco Jiří

Fake: la diaspora ucraina condanna le sanzioni contro la Crimea

Gli ucraini di diversi paesi chiedono la revoca delle sanzioni contro la Crimea, così hanno scritto la settimana scorsa diversi media russi. 15 rappresentanti di emigranti ucraini di vari paesi hanno annunciato che l’unificazione della penisola con la Russia deve essere riconosciuta, ha affermato Komsomolskaya Pravda. videata ukraina.ru   Nessuna organizzazione che rappresenta la diaspora ucraina ha fatto una simile affermazione, al contrario, gli emigrati ucraini parlano con una sola

La strana sentenza del processo Markiv

E’ stata recentemente depositata la sentenza del processo tenutosi nei confronti di Vitaly Markiv e contenente le motivazioni che hanno portato la Corte a giudicare il soldato ucraino colpevole di omicidio e conseguentemente a condannarlo a ventiquattro anni di reclusione. Noi di Stopfake abbiamo avuto la possibilità di visionare per alcune ore tale sentenza e con grande sorpresa ci siamo resi conto di trovarci di fronte ad un documento poco

Fake: la Crimea sta scomparendo dall’agenda internazionale

RT.com e molti altri media russi hanno attirato l’attenzione sulla dichiarazione del rappresentante speciale dell’OSCE Martin Saydik, il quale ha affermato che per una comprensione più obiettiva della questione della Crimea, si dovrebbe tener conto del fatto che “La Crimea fa parte della Russia da molti anni”. Partendo da questo i propagandisti concludono che la questione della Crimea “sta lasciando la discussione” e persino che “la questione dell’adesione della Crimea

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.