Il sito Novostnoye agenstvo Kharkov il 28 Luglio 2016 ha mentito sul fatto che le autorità ucraine non hanno invitato il Metropolita Onufriy, il capo della Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Mosca, a partecipare agli eventi in occasione del battesimo della Rus di Kiev. La liturgia si è tenuta a Kiev sulla collina di San Vladimir il 28 luglio con la partecipazione dei capi di Stato e Chiesa ucraini. Il giorno prima, il 27 luglio, a Kiev è stata terminata la processione dei fedeli della Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Mosca.

“Tuttavia, quest’anno alla liturgia presso il Battista della Rus di Kiev non sono stati invitati i rappresentanti del Patriarcato di Mosca. A quanto pare, il Metropolita Onufriy (Berezovsky) è stato escluso per una vendetta in quanto aveva  organizzato la processione religiosa ucraina per la pace nel Paese “, – riporta la notizia.

Скриншот nahnews.org

Videata nahnews.org

 

Allo stesso tempo, il Dipartimento dell’informazione e dell’educazione della Chiesa Ortodossa Ucraina ha riferito il contrario, la partecipazione del metropolita Onufriy alla solenne cerimonia in occasione del Battesimo della Rus di Kiev, che ha avuto luogo presso la collina di San Vladimir il 28 luglio.

Ecco la fotografia dal sito della Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Kiev, dove il Metropolita Onufriy si trova accanto al capo della Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Kiev Filaret e il Presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko, che vi ha anche partecipato.

 

Скриншот cerkva.info

Videata cerkva.info

 

Inoltre circa la riunione dei capi della Chiesa Ortodossa Ucraina del Patriarcato di Kiev e di quello di Mosca presso la Collina di San Vladimir il 28 luglio ha riportato il servizio di TSN.

 

 

Скриншот tsn.ua

Videata TSN

 

La notizia di Novostnoye agenstvo Kharkov è stata riportata anche dal sito Antifascist, che ha aggiunto informazioni false asserendo che all’evento mancava il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko. Sul sito del Presidente Poroshenko si può trovare il suo discorso e le foto presso la collina di San Vladimir il 28 luglio.