Disinformazione? Misinformation? Scarsa preparazione dei giornalisti che lavorano in RAI? Ingerenze del nuovo Presidente Foa?

Sono domande che sorgono spontanee quando sull’organo di informazione statale dell’Italia si vedono così grossolani errori. RaiNews24 ieri nel pubblicare la notizia sugli avvenimenti nello stretto di Kerch posiziona la città ucraina di Mariupol come “città della repubblica filo-russa di Donetsk“. Tutti (o almeno coloro che hanno una minima conoscenza di Ucraina) sanno che Mariupol è una città ucraina che mai ha visto l’occupazione delle forze russo-separatiste in questi cinque anni di guerra.

Non è necessario aggiungere altro per la confutazione di questo fake. L’unica spiegazione logica che possiamo dare è che nel dare questa notizia si sia voluto trarre in inganno l’opinione pubblica facendo credere che le tre navi ucraine attaccate dalle forze russe si stessero portando verso il porto di Mariupol con intenti bellicosi e quindi in qualche modo giustificare un’azione ingiustificabile.

Pubblichiamo anche la traduzione in inglese (visto che in Rai non hanno ben compreso quanto sta succedendo) del video ripreso da militari russi nel quale si evince la chiara intenzione di attaccare la piccola barca della guardia costiera ucraina. Non si è trattato di un incidente come tentano di far credere in Italia ma di un atto deliberato.

Russian Navy rams Ukrainian tugboat in Azov Strait – translation

This is a translation of video showing Russian naval vessel Don ramming Ukrainian tugboat Yani Kapu near Kerch on 25 November. Video was filmed by Russian sailors. #Azov

Posted by Euromaidan Press on Sunday, November 25, 2018