Fake: gli Stati Uniti hanno venduto Javelins difettosi all’Ucraina

Le agenzie di stampa russe «RT»,  «РИА Новости» , «EurAsia Daily»,  «L!FE», «Военное обозрение» e altri hanno annunciato questa settimana che gli Stati Uniti hanno venduto missili anti-tank Javelin difettosi dell’Ucraina.

Скриншот сайта RT

videata Life News

videata «EurAsia Daily»

videata Новости

Come prova dei presunti difetti, questi media utilizzano una lettera della società di design della difesa ucraina inviata al segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale Oleksander Turchynov, che come suggerisce la lettera, ha chiesto alla compagnia di rivedere l’affidabilità dei Javelins dopo che avrebbero fallito. sparando durante una dimostrazione di addestramento il 22 maggio.

 

videata documento pubblicato su  «Военное обозрение»

La lettera afferma che la ragione del malfunzionamento era “un difetto del motore di propulsione del missile, la sua durata di conservazione era scaduta, ma era stata appositamente estesa prima di essere spedita in Ucraina”. La lettera prosegue affermando che il personale dell’esercito rischia di morire quando spara i javelin ed elenca altri presunti difetti che il missile presumibilmente avrebbe.

Il Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell’Ucraina ha definito falsa la lettera di Luch. Il Consiglio non ha mai chiesto a Luch di valutare i Javelins e non ha mai ricevuto alcuna lettera da loro sui missili. In una dichiarazione il consiglio ha detto che l’obiettivo di questa falsa lettera è di minare la cooperazione militare e tecnica tra Ucraina e Stati Uniti alla vigilia dell’incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il presidente russo Vladimir Putin il 16 luglio.

Questa non è la prima volta che i media russi hanno fatto ricorso ai fake sui missili Javelin. Dopo che le armi anticarro sono state consegnate in Ucraina ad aprile, i media russi hanno affermato che a Kiev non è stato permesso di usare i missili nella guerra nell’est dell’Ucraina.