I media russi amano augurare all’Ucraina la “seconda Chernobyl“. E ora, prendendo in considerazione le parole dell’ex direttore della centrale nucleare di Chernobyl, Michail Umanets, trattano nuovamente l’argomento del crollo dell’intero settore e la “probabilità di grossi incidenti” presso le centrali nucleari ucraine. Stopfake aveva già riportato il Fake circa la possibilità di una nuova catastrofe a causa del passaggio al combustibile americano. Ora, i giornalisti hanno deciso di aggiungere anche una possibile catastrofe economica, nascondendo i recenti nuovi contratti che l’Ucraina ha stipulato con società internazionali in materia di energia nucleare, così come la situazione reale del sistema.

 

01

Videata Sputnik

 

Скриншот rian.com.ua

Videata rian.com.ua

La possibilità di una “seconda Chernobyl” è negata dagli stessi scienziati nucleari a cui si riferiscono i media russi. Durante la conferenza intitolata “Lo stato di energia nucleare in Ucraina. Le vie per risolvere i problemi“, che è la fonte della “notizia“, l’ex direttore della centrale nucleare di Chernobyl Michail Umanets ha detto: “Non spaventate nessuno con una catastrofe nucleare. Ci sono sette barriere di sicurezza delle centrali nucleari – sono delle barriere che, a mio parere, sono imperforabili. A meno che naturalmente non siano attaccate con una bomba atomica” (sul video dal 04:00). Un altro tema della conferenza era la necessità di sviluppare una strategia per la costruzione di nuove unità nucleari in caso di smantellamento di quelli esistenti.

 

 

Скриншот press.unian.ua

Videata press.unian.ua

Secondo i partecipanti alla conferenza, se i gruppi elettrogeni saranno spenti potrebbero esserci seri problemi per il sistema energetico in Ucraina. Proprio su questi commenti sono basati gli articoli di Russia Today, РИА Новости Украина,РЕН ТВ, Российская газета, e molti altri media.

 

Скриншот rt.com

Videata RT.com

 

Скриншот rg.ru

Videata RG.ru

La manipolazione è principalmente in quello che i giornalisti affermano: l’Ucraina prolunga la durata dei gruppi elettrogeni senza la necessaria riparazione. Anche se, per esempio, le informazioni sul sito dell’impianto nucleare di Zaporizzhia mostrano il contrario. In una delle ultime notizie sul prolungamento della vita del secondo gruppo elettrogeno della centrale nucleare di Zaporizzhia si comunica che “la stazione ha svolto  un’enorme quantità di lavoro in termini di ammodernamento e sostituzione di apparecchiature elettriche, automazione, sistemi software e hardware del gruppo elettrogeno №2“.

 

Скриншот npp.zp.ua

Videata npp.zp.ua

L’altra manipolazione è con la società americana “Westinghouse”, che “utilizza”  l’Ucraina come di un “campo di prova per i suoi assemblaggi e non come un mercato“. Allo stesso tempo Radio Svoboda comunica che durante il viaggio dei membri del Governo ucraino negli Stati Uniti il Ministero dell’Energia e carbone ha firmato un contratto per $ 260.000.000 di stoccaggio a secco del combustibile nucleare esaurito. La società «Westinghouse» prevede non solo di espandere la sua cooperazione con l’Ucraina, ma ha anche intenzione di costruire una fabbrica per la produzione di elementi di combustibile (barre di combustibile per l’energia nucleare).

 

Скриншот radiosvoboda.org

Videata radiosvoboda.org

 

Скриншот forbes.com

Videata forbes.com

Inoltre di recente “Energoatom” ucraino ha firmato un contratto con la società anglo-tedesco-olandese URENCO per la fornitura di uranio arricchito per «Westinghouse». La società americana, a sua volta, ha intenzione di produrre dall’uranio il combustibile nucleare per le centrali nucleari ucraine.

 

09