Tik Tak, Tik Tak

Tik Tak, Tik Tak

La guerra ibrida mossa contro l’Italia è forse giunta al suo culmine. La fase preparatoria sembra terminata, a breve forse se ne vedranno i risultati.

Audizione c/o Commissione Affari Esteri

Il 18 giugno si è svolta l’audizione presso la Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati sul tema ingerenze straniere in Italia. Ospite dell’audizione Mauro VOERZIO quale responsabile italiano del progetto StopFake. Di seguito l’audizione.

Fake: Maurizio Vezzosi “scambia” un autista americano con un soldato ucraino

Il nome di Vezzosi non è una new entry nella hall of fame dei Fakes, ne ha prodotti già diversi (come documentato da StopFake) relativi all’Ucraina. Non c’è molto da documentare in questo fake, ha utilizzato quanto avvenuto negli USA per costruire il suo fake. La vicenda è quella di Bogdan Vechirko, autista negli USA, di origini ucraine, 35 anni, che con il suo mezzo è piombato in mezzo alla

Fake: ANSA, Markiv ruolo di comando in una milizia

E’ stato evidenziato anche dal Partito Radicale come la sentenza del processo di Pavia, contro Vitaly Markiv, sia stata condizionata anche dalla stampa italiana schieratasi a prescindere per la colpevolezza del giovane italo-ucraino. Con l’avvicinarsi della data del processo di appello, la grancassa dell’informazione italiana torna alla carica e dopo il caso di “Venerdì di Repubblica” della scorsa settimana, oggi tocca all’agenzia ANSA aggiungere un articolo che di per se

Mario Calabresi, Andy Rocchelli, Vitaly Markiv

Egregio Mario Calabresi, In altri tempi avrei esordito in questa lettera scrivendo che sono sorpreso e costernato dall’aver letto un simile articolo da lei firmato. Oggi dopo anni di studio sulle nuove guerre ibride e disinformazione in generale, non posso che prendere atto che questo lavoro arriva al momento giusto e segue una narrativa già ampiamente conosciuta. Non le starò qui a fare il pistolotto sulla deontologia professionale e il

I tamponi “donati” dalla Russia sono affidabili?

Nel pieno della polemica tra Governo russo e stampa italiana si inserisce un nuovo capitolo che in qualche modo è ancora più preoccupante di quelli già svelati da inchieste giornalistiche. In questi giorni abbiamo scoperto che la Russia ha inviato i quindici aerei di “aiuti” su espressa richiesta del Primo Ministro italiano Giuseppe Conte, decisione presa a quanto pare, senza consultarsi con il ministero degli esteri e della difesa. Abbiamo

IL Covid nelle regioni occupate di Donetsk e Lugansk

L’epidemia di “infezione da coronavirus COVID -19” a Lugansk è esplosa quando si è assistito al rientro di lavoratori dalla Federazione Russa dopo che gli era stata diagnosticata una forma di polmonite. È nota la procedura in atto a Mosca secondo la quale in caso di rilevamento di segni di influenza o altre infezioni da raffreddore tra i lavoratori stranieri, che lavorano nella città e nella regione, vengano fatti rimpatriare

Per i medici russi siamo un paese del terzo mondo da non prendere a esempio

Continua l’operazione “dalla Russia con amore”, un’operazione di intelligence che si sviluppa giorno dopo giorno in tutte le sue fasi programmate. L’intervista a Kommersant ad Alexander Semenov, rivela altri elementi degli obiettivi dei russi in questa operazione. Alexander Semenov è un biologo – virologo russo, esperto dell’istituto di ricerca scientifica Rospotrebnadzor di Sanpietroburgo ed è anche uno dei due civili della “missione russa”  La sua frase di apertura intervista indica

Fake: Iacoboni si scusa per l’articolo russofobo

Sul canale televisivo russo REN TV è stata pubblicata la notizia che il giornalista de La Stampa Jacopo Iacoboni avrebbe cercato di scusarsi per il suo articolo che in Russia è stato bollato come russofobo. Poi continua minimizzando la figura del giornalista lasciando trasparire tra le righe che comunque il Governo italiano e il suo Primo Ministro Giuseppe Conte è con la Russia e non con il giornalista. Dal canto

Fake: l’eroica infermiera italiana

Si va diffondendo in Russia la notizia di una infermiera italiana morta eroicamente combattendo il Covid-19. Ci sarebbe probabilmente da riderci sopra se non fosse per il fatto che in Italia medici e infermieri muoiono realmente e combattono eroicamente la pandemia. La cosa particolarmente odiosa di questo fake è che viene usato dalla disinformazione russa per scopi interni e che utilizza la foto di una porno star per impersonare l’eroica

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.