Tag "sanzioni"

Fake: la Crimea sta scomparendo dall’agenda internazionale

RT.com e molti altri media russi hanno attirato l’attenzione sulla dichiarazione del rappresentante speciale dell’OSCE Martin Saydik, il quale ha affermato che per una comprensione più obiettiva della questione della Crimea, si dovrebbe tener conto del fatto che “La Crimea fa parte della Russia da molti anni”. Partendo da questo i propagandisti concludono che la questione della Crimea “sta lasciando la discussione” e persino che “la questione dell’adesione della Crimea

Roberto Fico cambia idea e si schiera con Putin

Nel primo discorso di un presidente della Camera alla Duma, Roberto Fico apre a una revisione delle sanzioni imposte nel 2014 sia dagli Usa che dall’Ue nei confronti di Mosca, quando venne stabilita la sospensione del diritto di voto e delle altre prerogative della delegazione parlamentare russa nell’Assemblea del Consiglio d’Europa. “Vi è un ampio consenso tra le forze politiche rappresentate alla Camera dei deputati italiana per operare attivamente con gli altri partner del Consiglio

Il ruolo del governo italiano contro le sanzioni alla Russia

Fonte UCMC Il 13 dicembre 2018 i capi dei Paesi-membri dell’Unione europea riunitisi in una seduta del Consiglio europeo hanno prolungato le sanzioni contro la Federazione Russa per altri sei mesi. I rappresentanti di vari Paesi membri si sono lamentati diverse volte che le sanzioni danneggiano le economie dei loro Paesi. Per esempio, Matteo Salvini, il Vice Presidente del Consiglio dei Ministri dell’Italia, le ha definite “un’assurdità sociale, culturale ed

Le sanzioni alla Russia non danneggiano l’Italia

Quello delle sanzioni alla Russia è uno dei cavalli di battaglia della propaganda pro Putin in Italia alla quale l’attuale governo sembra avere aderito. Stopfake si è occupato più volte di questo argomento dimostrando come molte delle dichiarazioni rilasciate da politici del governo gialloverde non corrispondono al vero. Ora riproponiamo la questione con una infografica generale (fonte eurostat) che illustra tutti i numeri per tutti i paesi europei.    

Russia, Salvini, sanzioni di Luca Lovisolo

Alcune precisazioni sulla questione del momento, le sanzioni verso la Russia, oggetto principale del viaggio di due giorni fa a Mosca del ministro italiano Matteo Salvini. Ho ascoltato integralmente il suo intervento in Russia e la successiva conferenza stampa, ma vediamo prima le questioni di fondo. Cosa sono le «sanzioni» – Le sanzioni sono l’alternativa alla guerra. Quando un Paese violava il diritto internazionale, ad esempio aggrediva un altro Stato,

Non si governa un paese con la disinformazione

Vladimir Putin, il vero Primo Ministro italiano, continua a insistere affinché vengano rimosse le sanzioni contro il suo paese. Dopo aver ampiamente supportato le campagne elettorali di Lega e Movimento 5 Stelle, e piazzato suoi uomini di fiducia nelle istituzioni italiane, ora sta utilizzando il “prestanome” Conte come suo intermediario ai tavoli dei grandi da cui lui è stato escluso. Anche le dichiarazioni odierne del neo Ministro pentastellato Di Maio

Appendino : via le sanzioni alla Russia

La Sindaca Appendino vola a San Pietroburgo e, proprio nel giorno in cui il Team Internazionale JIT presenta le prove che inchiodano la Russia alle responsabilità dell’attentato terroristico del 2014 dove persero la vita 298 civili a bordo del volo MH17, esterna la sua dichiarazione d’amore allo Zar Putin. Un’uscita inattesa in quanto il suo volto è sempre stato associato a quell’ala meno intransigente del Movimento e comunque persona di

M5S-Lega, perché non può decidere l’Italia lo stop alle sanzioni alla Russia

Le sanzioni Ue alla Russia le potrebbe far saltare, con una decisione a maggioranza qualificata, il Consiglio degli Affari esteri, nel quale siedono i ministri degli Esteri dei 28 (per adesso) membri dell’Unione. Un passo indietro unilaterale non è contemplato dal diritto comunitario. La bozza del contratto di governo tra M5S e Lega prevede, al paragrafo 9, nella parte relativa alla politica estera, un’apertura alla Russia, che si manifesterebbe, anche, con

Salvini e l’inganno sulle sanzioni russe. Siamo sicuri che il possibile premier non sia controllato da poteri stranieri ?

La Lega di Matteo Salvini ha sia prima delle elezioni che dopo, messo in primo piano temi della politica estera russa a discapito di tematiche italiane e risoluzioni a problemi che affliggono gli italiani, tanto che spesso si dice che Salvini parla come Ministro degli Esteri russo e non come candidato premier al governo italiano. All’indomani delle elezioni del 4 marzo in Russia negli ambienti di oligarchi e potere putiniano

Fake: Il senatore americano ammette che le sanzioni statunitensi contro la Russia non funzionano

  I media russi hanno comunicato che il senatore americano Lindsay Graham ha dichiarato che le sanzioni contro la Federazione Russa sono inefficaci. In effetti,  Lindsay Graham in onda del telecanale Fox News ha parlato della necessità del completo isolamento economico della Russia e non ha menzionato proprio delle sanzioni. videata tass.ru    Nell’articolo di Ukraina.ru si afferma, che il politico diceva: “ tutti i tentativi di Washington di domare Mosca

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.