In Italia l’80% dei media sono pro russi

In Italia l’80% dei media sono pro russi

Mauro Voerzio durante un reportage in Donbass La stragrande maggioranza dei media italiani sono sotto il controllo delle lobby russe ed in modo la propaganda del Cremlino è ampiamente rappresentata sulle pagine dei giornali e sugli schermi televisivi. Il giornalista italiano e attivista Mauro Voerzio in una conferenza stampa a Kiev ha spiegato le modalità operative della propaganda russa in Italia. Ha anche esposto le motivazioni del suo impegno informativo affinchè

Serhii Plokhy, la porta per l’Ucraina

Nel breve arco di qualche settimana – il volume è uscito in libreria lo scorso dicembre – The Gates of Europe, saggio di Serhii Plokhy, docente di Storia Ucraina ad Harvard e direttore dell’Istituto di Ricerca Ucraina presso la stessa Università, che ripercorre più di mille anni di storia del Paese, è già diventato un classico dell’ucrainistica. Il libro, che ha ricevuto le lodi pubbliche sia dell’ex ambasciatore statunitense a

StopFakeNews #69. [ENG] con Irena Chalupa

Questa settimana Irena Chalupa tratta dei seguenti Fakes : Le bugie del Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov circa gli obblighi sul Memorandum di Budapest, la spiegazione da parte della banca centrale dell’Ucraina per il tonfo della grivna che si trasforma in un’accusa contro i pensionati dell’Ucraina, il faslo virus che secondo i russi sta uccidendo i militari ucraino, l’FSB Russo sostiene che l’ISIS sta progettando attacchi terroristici in Ucraina.

Un presunto caso di stupro alza la tensione tra Russia e Germania. Ora la polizia sostiene che il caso è stato costruito

Nel corso degli ultimi anni, le relazioni Germania – Russia si sono sempre dimostrate importanti per l’Occidente. Eppure voci di orribili crimini hanno gettato una sinistra ombra sui rapporti dei due paesi, con accuse di propaganda e di insabbiamenti reciproche. Il fatto che ha scatenato tutto questo ha avuto luogo l’11 gennaio, quando una ragazza di 13 anni di una famiglia di immigrati russi a Berlino è scomparsa mentre si

Fake : il battaglione Azov continua a minacciare l’Olanda

Un’altro video attribuito al battaglione Azov appare su youtube Il mese scorso è apparso un video sui media russi, in cui alcuni membri del battaglione Azov avrebbero minacciato gli olandesi di ritorsioni nel caso avessero votato “no” al referendum previsto sull’accordo di associazione UE-Ucraina. Il Battaglione Azov ha immediatamente pubblicato un comunicato nel quale indica le minacce contro l’Olanda un falso. Ora sempre sul canale di YouTube è comparso un gruppo che si fa

Quanto male fa Putin ? Sempre più persone se ne stanno rendendo conto

immagine via Ukrainian Novoye Vremya Con l’aumentare delle violazioni del diritto internazionale di Vladimir Putin, sempre più persone stanno uscendo allo scoperto offrendo le prove delle sue azioni per le quali egli dovrebbe essere ritenuto responsabile. Tre esempi particolarmente interessanti di questa tendenza sono stati offerti negli ultimi giorni. Il giornalista russo Oleg Kashin propone una lista di 11 azioni di Putin che dimostrano quanto dannoso il leader del Cremlino è per la sua Nazione

Fake: L’Olanda accusa l’Ucraina di crimini relativi al volo MH17

Media russi hanno riportato che l’Olanda accusa l’Ucraina di crimini emersi durante l’indagine relativa ai fatti del volo Malaysia Airlines MH17 che precipitò nell’est del paese dopo essere stato colpito da un missile russo BUK. La fonte della notizia è Vladimir Kornilov, un nativo di Donestk che ora vive a Mosca. La notizia usa un post di Kornilov sulla sua pagina Facebook dove scrive che Kiev è stata accusata di aver commesso

Media russi definiscono mentalmente instabili i rifugiati in Germania

Il canale televisivo 5 della Russia ha pubblicato una storia dal titolo “Rifugiatio spinge una ragazza di 20 anni sotto un treno a Berlino”. L’uomo che avrebbe commesso questo crimine, secondo il giornalista Vitaliy Chashchukhin, era un ragazzo di “28 anni rifugiato dall’Iran” che “come tutti i rifugiati era alla ricerca di un riparo o almeno di un posto per dormire la notte” e non avendo trovato nulla ha spinto la ragazza sui

La direttrice della libreria Ucraina a Mosca rimane agli arresti domiciliari

Un tribunale di Mosca il 27 gennaio ha prorogato per altri 3 mesi gli arresti domiciliari imposti a Natalya Sharina, Direttore della Biblioteca della Letteratura Ucraina a Mosca. La custodia cautelare applicata alla donna di 58 anni non le permette nemmeno una breve passeggiata per raggiungere a piedi una clinica in quanto tale richiesta è stata respinta. I suoi avvocati avevano presentato tale istanza in quanto la donna necessitava un esame medico per problemi costanti con la

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.