Top 10 Fake della propaganda russa in Italia nel 2018

Top 10 Fake della propaganda russa in Italia nel 2018

Come ogni anno siamo al consuntivo della nostra attività di monitoraggio della propaganda russa in Italia relativa alle vicende ucraine. Come negli anni precedenti molti sono stati i fakes prodotti o “importati” dalla Russia relativi alla situazione in Ucraina. In questa classifica non manca Sputnik, Il Manifesto, così come la RAI ed altri personaggi abbonati alla diffusione di notizie false / distorte che hanno come obiettivo quello di glorificare la

Il ruolo del governo italiano contro le sanzioni alla Russia

Fonte UCMC Il 13 dicembre 2018 i capi dei Paesi-membri dell’Unione europea riunitisi in una seduta del Consiglio europeo hanno prolungato le sanzioni contro la Federazione Russa per altri sei mesi. I rappresentanti di vari Paesi membri si sono lamentati diverse volte che le sanzioni danneggiano le economie dei loro Paesi. Per esempio, Matteo Salvini, il Vice Presidente del Consiglio dei Ministri dell’Italia, le ha definite “un’assurdità sociale, culturale ed

Ucraina: il Natale al fronte dove la pace è il regalo che non arriva mai

Per concludere questo reportage dal fronte sud dell’Ucraina non possiamo non parlare della situazione al fronte, un fronte di guerra che dista solo 15 km da una città come Mariupol abitata da mezzo milione di abitanti. Va detto subito che in questa zona abbiamo registrato un numero minori di scontri a differenza di Avdivka e Piski dove i combattimenti sono regolari ed anche piuttosto intensi, si vive un clima di

Fake: l’Ucraina rifiuta lo scambo i prigionieri e la “tregua natalizia” nel Donbas

L’Ucraina “non accetta lo scambio di prigionieri” con la Russia e i militanti dei gruppi LDNR, “non ci sarà nessuna tregua di Natale“. Tali articoli sono stati pubblicati dai media della propaganda Russa a seguito dei risultati dell’ultima riunione del gruppo di contatto tripartito a Minsk quest’anno sulla soluzione pacifica della situazione nel Donbas. Secondo la dichiarazione del “rappresentante di LNR” nel sottogruppo di Olga Kobtseva, la Kyiv governativa “ha

StopFake #215 con Marko Suprun

I falsi in evidenza questa settimana: Kiev sta preparando l’offensiva in Crimea. L’UE si rifiuta di punire la Russia per il sequestro delle navi ucraine nello stretto di Kerch. Manipolazione: l’UE invita Kyiv a revocare il divieto di insegnamento della lingua russa.

Fake : Sergio Romano contro l’Ucraina in un articolo pieno di inesattezze

Sergio Romano, ex ambasciatore italiano a Mosca, non è nuovo ad articoli contro l’Ucraina. Questa volta scrive un articolo seguendo una delle narrative preferite dal Cremlino, quella della “Crimea regalata“. Ci siamo occupati già diverse volte di questo argomento, è una narrativa che è stata creata da Mosca per i paesi esteri (come l’Italia) in quanto sia in Russia che in Ucraina questo tipo di disinformazione non funziona bene perché

L’intervista a Emma Bonino per radio liberty

Intervista e traduzione a cura di Nataliya Kudryk del 7 dicembre 2018, pubblicata il 10 dic. 2018   -Nell’inverno di 5 anni fa, quando in Ucraina avveniva la Rivoluzione della dignità, Lei era a capo della diplomazia italiana e da Bruxelles ha annunciato le sanzioni contro i governatori ucraini responsabili della violenza a Kyiv. Come ricorda quel periodo e quali erano le sue impressioni? -Quello che mi impressionò all’epoca fu che

Fake: Una nuova brigata della NATO è arrivata nel Donbas

Alcuni media russi all’inizio di dicembre hanno diffuso l’informazione sul fatto che una brigata della NATO è arrivata nel Donbas. Pertanto, i media della Russia e del Cremlino «Украина.ру», «Луганский информационный центр» , «Антифашист», «СМИ2», «Интерфакс-Россия» e una serie di altri media fanno riferimento alle parole del cosiddetto capo del servizio stampa della “Milizia popolare” di un gruppo terroristico “LNR” Yakov Osadchy. videata Украина.РУ videata Луганский информационный центр videata Антифашист Videata

Da Instagram a PayPal, così la Russia vince la guerra dell’informazione

Fonte : Massimo Gaggi – Corriere della Sera I rapporti del Congresso sulle interferenze elettorali russe segnalano un allargamento dei social bombardati con false informazioni e messaggi propagandistici mirati Renée DiResta, capo di una delle due organizzazioni di cybersecurity incaricate dal Senato Usa di analizzare le manipolazioni russe delle informazioni che circolano in Rete, la mette giù dura: parla di guerra mondiale dell’informazione e, in un editoriale sul New York Times, afferma

Mariupol ed una inattesa normalità

Una strada a due corsie per ogni senso di marcia ci accompagna verso Mariupol, un lungo serpentone di asfalto quasi tutto diritto. La strada non è in perfette condizioni ma in Ucraina ne abbiamo viste di peggiori. All’ingresso della città c’è un grande posto di controllo sia in ingresso che in uscita, nessuna coda. Veloce controllo dei documenti e ripartiamo. Ci dirigiamo verso il centro città e prima di giungervi

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.