Misinformation de La Stampa di Torino

Misinformation de La Stampa di Torino

Nella giornata del 20 ottobre è stato pubblicato sul quotidiano nazionale La Stampa un articolo a firma di Francesca Sforza in qualità di inviata del giornale a Kyiv. La giornalista è stata invitata a Kyiv dal “German Marshall Fund” insieme ad altri giornalisti americani ed europei. Francesca Sforza non è una giornalista di secondaria importanza, ha una lunga carriera agli esteri alle spalle ed anche alcuni anni trascorsi a Mosca come

Dismiss. Distort, Distract, Dismay, un approccio usato anche in Italia

La disinformazione comincia ad apparire nei dizionari inglesi negli anni ’80, ma è utilizzata massicciamente in diversi paesi del mondo da molto più tempo. Intorno agli anni ’20, i russi l’hanno resa popolare, usandola come un’arma tattica per diffondere informazioni false e ingannare le persone. Questa non deve essere confusa con la MISINFORMATION,  cioè un’informazione che è involontariamente falsa; la disinformazione è deliberatamente falsa. Per costituire una valida campagna di

Fake: Una nave di carbone americano ha distrutto il porto vicino Odessa

In questi giorni i media russi e filorussi Lenta.ru, Телеканал Звезда , Вести, Страна.ua  ed altri  hanno diffuso orribili particolari  come “una nave cisterna con carbone americano ha distrutto il porto vicino Odessa ” e l’azienda è stata chiusa per un anno. videata Vesti-ukr.com videata Телеканал Звезда   Il canale televisivo del Ministero della difesa della Federazione Russa “Zvezda” comunica: «Nel porto ucraino di Yuzhny vicino Odessa si è verificato un ridicolo incidente. La nave americana

StopFake #153 con Irena Chalupa

L’ultima edizione di StopFake News con Irena Chalupa. PACE approva la risoluzione che abolisce le sanzioni politiche contro la Russia; La Crimea ospita il Congresso Internazionale della Diaspora Ucraina: la Catalogna non è Crimea

Come la destra americana si è impadronita di Facebook

Senza che giornalisti, esperti e Facebook stesso se ne accorgessero: una preoccupante ricostruzione di Alexis Madrigal sull’Atlantic Il magazine statunitense The Atlantic ha pubblicato un lungo articolo dedicato a Facebook e al suo ruolo nella politica e nelle elezioni presidenziali americane, che mette insieme una serie di ricostruzioni molto preoccupanti sul ruolo suddetto e su come sia sfuggito di mano alla stessa Facebook, oltre che ai poteri pubblici e agli

Facebook: “Faremo capire agli utenti cos’è propaganda e cosa no”

Il direttore operativo del social network incontra la commissione Intelligence della Camera Usa per analizzare i meccanismi del Russiagate. E fare in modo che chi legge un post sappia da dove proviene Il direttore operativo di Facebook, Sheryl Sandberg, ha incontrato membri della commissione Intelligence della Camera statunitense, cui ha spiegato che il social network sta lavorando duramente per assicurarsi che gli americani «capiscano cosa è propaganda» tra i post

Fake: In Crimea si è tenuto un congresso internazionale delle diaspore ucraine

I media russi, così come i media della Crimea temporaneamente occupata avevano comunicato di un congresso internazionale dei rappresentanti delle diaspore ucraine presumibilmente tenuto nella penisola. Come riferito in ТRC «Кrim», “I suoi partecipanti stanno progettando di stabilire un lavoro сomune con una parte con l’intenzione costruttiva del popolo dell’Ucraina“. A giudicare dal video dalla tavola rotonda, i rappresentanti delle diaspore ucraine erano l’ex deputato delle regioni  Vadim Коlesnichenko, fuggito in

Fake: PACE ha approvato una risoluzione sull’abolizione delle sanzioni contro la Russia

L’11 ottobre molti media ucraini hanno scritto che all’АPСЕ (Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa) è stata adottata una risoluzione sull’abolizione delle sanzioni politiche contro la Federazione Russa. Tuttavia, dalla lettura dello stesso testo della risoluzione si evince che nessuno ha annullato le “sanzioni” e l’АPСЕ ha espresso solo il rammarico in relazione alla decisione della Federazione Russa di non pagare le tasse sino a che alla Russia “completamente e incondizionatamente” sarà restituita la possibilità

Fake: Nessuna pressione armata sui Crimeani, che non sostenevano la separazione della Crimea

I media si sono precipita a confrontare la vicenda della Catalogna con la Crimea nel periodo della annessione del 2014 e il cosiddetto “referendum”. I giornalisti russi hanno usato la storia catalana nel contesto della Crimea per tentare nuovamente di legittimare l’occupazione della penisola o di distorcere il vero corso degli eventi durante l’annessione. Ad esempio, il giornalista Leonid Bershidskiy nella sua rubrica per Bloomberg View scrive, che il referendum

Lo zar Putin alla campagna d’Italia

Si teme che alle elezioni Mosca possa ripetere quanto già fatto in Germania, Francia e Usa. Destabilizzare il nostro Paese significherebbe mettere in crisi l’Ue Nel judo anche l’atleta più debole, usando una tattica accorta, è in grado sconfiggere l’avversario più forte: basta saper cogliere l’attimo buono per fargli perdere l’equilibrio. Vladimir Putin, grande appassionato di questa disciplina, sta utilizzando una strategia analoga in politica estera: a partire dallo scorso

Сообщить о фейке
StopFake
Спасибо за информацию. Сообщение успешно отправлено и в скором времени будет обработано.
Report a fake
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Suscribirse a las noticias
¡Gracias! La carta de confirmación ha sido mandada a su correo electrónico
Подписаться на рассылку
Спасибо! Письмо с подтверждением подписки отправлено на Ваш email.
Subscribe to our newsletter
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.
Абонирайте се за новините
Благодарим Ви! На Вашия email е изпратено писмо с потвърждение.
S’inscrire à nos actualités
Merci! Une lettre de confirmation a été envoyé à votre adresse e-mail.
Sottoscrivi le StopFake News
Grazie per esserti iscritto alle news di StopFake ! Una mail di conferma è stata inviata al tuo indirizzo di posta elettronica
Meld je aan voor het StopFake Nieuws
Bedankt voor het aanmelden bij StopFake! Er is een bevestigingsmail verzonden naar je emailadres.
ZGŁOŚ FEJKA
StopFake
Thanks for the information. Message has been sent and will soon be processed.
Subskrybuj
Thank you! A confirmation letter has been sent to your email address.